Loading...
  • slidebg1
    Morigerati
    NATURA, STORIA E TIPICITÀ

Morigerati

ETIMOLOGIA E STORIA

Morigerati è un piccolo e grazioso borgo medievale del Basso Cilento la cui origine risale a un insediamento di monaci basiliani che nel corso dell’VIII secolo, per sfuggire alle persecuzioni in Grecia, si rifugiarono nell’Italia meridionale alla ricerca di luoghi tranquilli e adatti alla contemplazione. Il borgo sorse intorno al cenobio dedicato a San Demetrio che rappresentò un polo di aggregazione per la popolazione distribuita nel territorio. Attorno alla Chiesa si sviluppa il borgo medievale che conserva la struttura urbanistica e la viabilità originaria che si snoda su terrazzi chiusi ad anelli concentrici intorno al luogo di culto. Questo, costruito nel 1300 sui resti di un edificio di culto più antico, mantiene ancora intatti i suoi volumi originari come dimostra la presenza del campanile risalente al primo insediamento. Altri significativi edifici di culto sono presso la frazione di Sicilì, la Cappella della Madonna dei Martiri, la Chiesa della SS. Annunziata e la Chiesa di San Biagio.Il portale di accesso al borgo, ancora oggi ingresso del centro storico e snodo importante per tutte le attività sociali, è il Castello Baronale. La costruzione del castello, poi trasformato in palazzo nel corso del 1400, risale al 1300 quando il borgo fu fortificato.
Oggi il palazzo signorile presenta una corte centrale e al piano superiore un suggestivo portico su cui si affacciano ambienti che conservano ancora gli arredi originari, soffitti in legno e affreschi. Nel cortile è possibile ammirare una cappella privata, restaurata di recente e dedicata alla Madonna Delle Grazie. Si conservano altri edifici di pregio riconoscibili immediatamente grazie ai portali di valore e ai cortili interni. Per questo contesto Morigerati è stato insignito nel 2015 della Bandiera Arancione dal Touring Club Italiano. Il paese ospita nel suo territorio l’Oasi WWF “Grotte del Bussento”: 600 ettari circa di area protetta inserita nella lista dei Geoparchi. Il paesaggio offre uno spettacolo straordinario, il Fiume Bussento dopo un lungo percorso sotterraneo riappare proprio sotto l'abitato di Morigerati in una suggestiva forra scavata dal vigoroso e costante lavoro del Fiume. Il rapporto tra questo attraente territorio e il pregevole borgo è dinamico e si rinsalda e consolida grazie alla produzione di prodotti tipici, l’olio extravergine DOP, il fico bianco del Cilento DOP, salumi e formaggi con tecniche arcaiche. Uno straordinario e fedele racconto di queste attività tradizionali, alcune delle quali scomparse, è presente all’interno del Museo Etnografico.

"Attività artigianali, tradizionali, ricettività, ristorazione, aree verdi e luoghi di interesse storico."

Ricettività e Ristorazione |
murikè azienda agrituristica

Aree Verdi |
basso corso del fiume bussento ( area sic)

Aree Verdi |
oasi wwf grotte del bussento (area sic)

Ricettività e Ristorazione |
rosella ristorante pizzeria

"La geolocalizzazione"

"Informazioni utili e contatti"

Scroll to Top