Loading...
  • slidebg1
    Calitri
    CALITRI IL BORGO DEI PROFUMI

Calitri

ETIMOLOGIA E STORIA

Passeggiare nel borgo di Calitri è un’esperienza che lascia il segno. Il panel dei ricordi da portare a casa è plurisensoriale: i profumi sono quelli del pane e del companatico per eccellenza in questa zona: il formaggio. Il pane è quello denominato calitrano, tramandato nei secoli come testimonia il museo di Aquilonia, panificato in forma che può pesare dai 2 ai 6 kg. Il formaggio è qui il caciocavallo irpino di grotta, stagionato nelle grotte che sorreggono per un miracolo ingegneristico, il borgo. Gli altri sensi sono stimolati a dismisura, il respiro dell’aria frizzante e tersa dei suoi 530 metri d’altezza, la vista delle fontane, delle sue case, dalle dimore nobiliari (palazzo Zampaglione, Gesualdo, Berilli, Rinaldi) a quelle che si incrociano passeggiando in questo bel centro storico, con scalinate, le immancabili fornacelle e le maschere scaccia spiriti (“facciumini” in dialetto). Nessuna paura di smarrire la strada: i segnali a terra vi guideranno passo passo perché qui sono ecocompatibili e realizzati nel linguaggio di bottega dell’arteantica della ceramica calitrana: mattonelle e piastrelle che traducono in simboli i consigli della visita: un cerchio sta a dire che il panorama è così bello da guardarvi intorno, una freccia a destra o sinistra perché c’è una chiesa
(segnaliamo quella della SS. Annunziata, dell’Immacolata Concezione, quella di San Canio) o un portale da guardare. Per conoscere più da vicino gente, arti e mestieri, val la pena visitare il Museo della ceramica arte regia quella del lavoro della creta ai tornilli, della gente del luogo. Il museo è accolto nel Borgo castello, ove i resti medievali delle fortificazioni normanne ed angioine, la cisterna, il frantoio della cittadina sono stati restaurati e restituiti alla comunità. Il Museo dell’Istituto statale di arte, raccoglie tutti i manufatti prodotti dalla prestigiosa scuola dal 1959 ad oggi Il complesso abbaziale e del borgo di Santa Maria in Elce, in posizione collinare, offre resti dell’antico complesso abbaziale e dei tipici insediamenti medievali fortificati adiacenti. Nei dintorni, la natura è rigogliosa, in località Lago delle Canne all’interno dell’area naturalistica del Bosco di Zampagnone, Sito d’Importanza Comunitaria (SIC), è presente un centro di educazione ambientale. Secondo il magazine International Living (2010),Calitri è uno dei nove posti al mondo dove vivere bene in pensione. In estate da non perdere il Calitri Sponz Film Fest, festival internazionale di cortometraggi dedicati ai matrimoni con la direzione artistica di Vinicio Capossela.

"Attività artigianali, tradizionali, ricettività, ristorazione, aree verdi e luoghi di interesse storico."

Botteghe e Artigianato |
ceramiche artigianali di rosa cestone

Ricettività e Ristorazione |
casa vacanze

Tradizione e Folklore |
processione del venerdì santo

Ricettività e Ristorazione |
country house il melograno

"La geolocalizzazione"

"Informazioni utili e contatti"

Comune
Indirizzo
0827 318711
Email
www.comunecalitri.gov.it

Scroll to Top